Via Cernaia 14/A, Torino

Tel. 011/545009

 

Dal Lunedì al Sabato

8:00 – 20:00

info@farmaciapensa.it


Warning: trim() expects parameter 1 to be string, object given in /home/farman78/public_html/pensa/wp-content/plugins/select-core/widgets/blog-list-widget/blog-list.php on line 85

Articoli recenti

  • No products in the cart.
Image Alt

Gambe più belle: combattere la ritenzione idrica

Gambe più belle senza ritenzione idrica

Gambe più belle: combattere la ritenzione idricadurata lettura di 3 min

Giovani o mature, grasse o magre, sportive o sedentarie. Donne tutte diverse ma con una paura in comune: la ritenzione idrica, che danneggia la silhouette e l’estetica molto più dei chili di troppo, perché fa perdere tonicità e crea l’effetto a cuscinetto che non piace a nessuno.

E’ in realtà un disturbo più diffuso di quanto crediamo, che colpisce soprattutto le donne. 

La componente genetica fa la sua parte, e su quella dobbiamo metterci l’animo in pace. Dobbiamo anche però prenderci le nostre responsabilità e riconoscere che le nostre abitudini hanno grande importanza.

Il corpo umano è fatto per circa il 50% (nelle donne) o il 60% (negli uomini). Parte dell’acqua l’acqua è contenuta all’interno delle cellule. La restante parte si divide tra plasma sanguigno e una varietà di liquidi interstiziali, come liquidi sinoviali, cerebrali, linfa e amor acqueo degli occhi. 

In alcuni casi, si verifica un ristagno di liquidi negli spazi tra le cellule, che avviene maggiormente nelle zone adipose. Il ristagno provoca un accumulo di tossine, che alterano il metabolismo cellulare: ne consegue una sofferenza a carico del microcircolo, che porta all’infiammazione cronica dei tessuti, che perdono le capacità drenanti.

Il risultato non è solo la pelle con l’antiestetico effetto “a buccia d’arancia”. Vi è mai capitato di provare una sensazione di stanchezza e affaticamento alle gambe, che diventano gonfie e fanno male? Anche questi sono sintomi della ritenzione idrica.

Come combattere la ritenzione idrica?

Due sono le armi al nostro servizio: l’alimentazione e l’attività fisica. 

In assoluto, una dieta equilibrata è sempre una soluzione per il benessere. Alcuni aspetti vanno però guardati con particolare attenzione:

La quantità di sale: la dose massima giornaliera dovrebbe essere di 5 grammi al giorno. Attenzione però: salumi, formaggi stagionati e insaccati, anche quelli magri, sono molto salati e rischiano con quantità ridotte di farci superare il limite. Andrebbero dunque fortemente limitati.

Frutta e verdura in abbondanza: oltre all’idratazione, sono ricche di fibra e sali minerali, che aiutano le funzionalità corporee e il drenaggio;

No agli zuccheri semplici (quelli dei dolci, per intenderci), che sostengono l’infiammazione dei tessuti e ostacolano in questo modo la microcircolazione;

Bere: spesso, soprattutto acqua ma anche infusi e tisane (non zuccherate). In questo modo aiutiamo a smaltire le tossine e rinvigoriamo il microcircolo.

Le regole per l’attività fisica

Anche l’attività fisica è in generale positiva, ma alcuni accorgimenti sono necessari:

– L’attività aerobica favorisce l’ossigenazione dei tessuti ed è quindi da preferire;

– Gli sport in acqua (nuoto, aquagym…) aggiungono i benefici del massaggio dell’acqua;

– Dovremmo evitare microtraumi dei tessuti, per cui camminare è decisamente meglio che correre.

Le cattive abitudini da evitare

Dopo tutto l’impegno messo nel mangiare in modo corretto e nel fare sport in modo regolare e continuativo, sarebbe un peccato rovinare tutto con poche azioni dannose. Assolutamente da evitare, quindi:

Fumo;

Alcolici: ok, un bicchiere di vino o una birra d’estate possono essere piacevoli, ma dobbiamo considerarli una trasgressione eccezionale, non un’abitudine;

– Troppi caffè.

Il consiglio naturale: la betulla.

betulla superiore zuccari

La betulla è una pianta che ha la capacità di drenare e depurare l’organismo, regolando il corretto bilanciamento dei liquidi all’interno dell’organismo. La sua proprietà detossinante del sistema linfatico utilizza la potente azione drenante della linfa dell’albero per depurare l’organismo dalle tossine in eccesso. In farmacia trovi l’integratore alla Betulla Superiore: vieni a chiederci informazioni.

Post a Comment